1_Cenni_Storici

La storia del caffè si perde tra le leggende, creando un’atmosfera di mistero che ben si adatta al suo aroma particolare.

La più conosciuta risale al VII secolo e ci porta fino in Etiopia: il pastore Kaldi scopre le sue capre vagabondare piene di energia anche di notte, dopo averle viste mangiare certe bacche rosse. Incuriosito l’uomo porta i semi in un monastero, dove vengono abbrustoliti, macinati e mescolati in acqua bollente, creando così una bevanda che aiuta i monaci a combattere il sonno durante le preghiere notturne. È l’inizio di una serie numerosissima di leggende, tramandate nei secoli per arrivare fino ai giorni nostri.

 

Diffuso poi in Europa all’inizio del ‘600 dai mercanti veneziani, divenne la bevanda preferita di poeti, scrittori e uomini d’affari.

Le sue proprietà stimolanti, insieme al piacere lento della degustazione, fecero la fortuna dei grandi caffè letterari: dai mitici Florian e Quadri di Venezia, al Pedrocchi di Padova e al Tommaseo di Trieste, fino ai celeberrimi Greco di Roma e Gambrinus di Napoli.

Mondo caffè

Oggi, da lusso per pochi, il caffè è divenuto un piacere alla portata di tutti, senza perdere la nobile essenza che lo ha reso famoso nel mondo.