Passa alla homepage

18 dicembre 2018

Cucina

Caffè e birra, un abbinamento tanto inusuale quanto intrigante

caffe-e-birra

A volte accadono cose davvero extra-ordinarie. Come, ad esempio, che un boccale di birra accolga tra i suoi ingredienti un protagonista d’eccezione: il caffè.
Caffè e birra sono infatti parte di un binomio inusuale e intrigante al contempo. Una collaborazione senza dubbio virtuosa, che rivela retroscena interessanti e per nulla scontati.

Cosa sappiamo di loro? Per quanto mi riguarda, da inguaribile coffeeholic quale sono, mi sento molto più esperta in campo caffeicolo che in tema brassicolo. Conoscevo bene, ad esempio, il gusto particolarmente aromatico e stuzzicante della birra ma ne ignoravo le proprietà (se consumata con moderazione) di sostenitrice della concentrazione e stimolazione della creatività.
In quanto al caffè, che dire, i suoi superpoteri sono talmente numerosi da non passare inosservati (lo sapevi che il caffè incide anche sul buonumore?), uno tra tutti, il suo essere un potente catalizzatore di energia.

Era solo questione di tempo dunque. Perché due bevande d’eccezione come caffè e birra erano destinate da sempre a convolare a giuste nozze in un matrimonio di gusto e sapori unico. E infatti la partnership tra caffè e birra – sebbene faccia talvolta arricciare il naso ai puristi delle due fazioni – non è più una bizzarra novità. Il sodalizio aromatico è oramai un dato (o una coppia) di fatto che incontra sempre maggior credito tra appassionati e sostenitori.

Foto © Mbg Mash

Quale tipologia di birra si presta meglio alla liaison con il caffè?

Gli esperti rispondono in coro “Stout”, e non senza una certa dose di sicurezza. Una birra di tipo Stout è caratterizzata da un’alta fermentazione, un colore molto scuro e da un sapore forte, intenso, tostato che ben si presta al connubio con il caffè.

Concepite negli Stati Uniti, dove le sperimentazioni di contaminazione tra il mondo del caffè e quello della birra hanno avuto inizio, le coffee beer sono sbarcate presto anche oltre oceano, conquistando l’Europa. 

Il processo di “caffeizzazione” (passatemi il termine) della birra è un affare abbastanza semplice. Solitamente infatti il caffè viene aggiunto sotto forma di infuso estratto a freddo, ricavato in seguito ad una specifica fase di “ammollo” che dura da uno a due giorni.

Vi confesso che anche io, prima di testare una coffee beer in prima persona, mi sentivo abbastanza scettica a riguardo. Un primo sorso ha poi lavato ogni pregiudizio, e così, la stravagante accoppiata, in men che non si dica, ne è uscita scagionata da ogni capo d’accusa. L’intensità aromatica di caffè e birra che, prospettata in via teorica, mi spaventava, nella pratica sprigiona un’interazione tra sapori a dir poco esaltante. Una sinfonia di dolci e amari catartica, sorprendente, un gioco di profumi stuzzicante e tutto da scoprire.

Caffè e birra in un dessert: il birramisù. Provare per credere!

Questo virtuoso ménage tra caffè e birra ha conquistato anche la cucina e, più precisamente, i dessert (hai già letto il nostro approfondimento sull’abbinamento di birra e caffè nei dolci?). Una ricetta tra tutte: il tiramisù alla birra. Avete sentito bene, proprio lui, uno tra i dolci più amati dagli italiani – e non solo – ha accolto la birra, dando così i natali ad una vera e propria golosità chiamata birramisù. 

Il sapore zuccherino e voluttuoso del dolce tradizionale, risulta ampliato ed esaltato dalla vena dolce-amara di caffè e birra, sfociando in un autentico shock di gusto e profumi da gustare almeno una volta nella vita.

Birramisù: la ricetta per il tiramisù alla birra che non ti aspetti!

Se ti abbiamo incuriosito, puoi trovare la ricetta del Birramisù e tutti i segreti per prepararlo spulciando tra le ricette del nostro magazine.
Divertiti a testare il tuo abbinamento preferito sperimentando l’ampia gamma di miscele Dersut (disponibili nello shop on line!).
Io per prepararlo ho scelto il caffè macinato miscela Sublime Dersut, ma… accetto volentieri suggerimenti e varianti!